venerdì 13 febbraio 2015

Alla scoperta di… Collodi prima di Pinocchio

Ci sono i cosiddetti "autori di un solo libro", perché hanno saputo dire tutto in un'opera e non ne hanno dovuto (o potuto) scrivere altre. E ci sono autori che vengono ricordati per una sola opera, il loro capolavoro, pur avendo alle spalle altri libri. È sicuramente il caso di Carlo Collodi, universalmente conosciuto per essere l'autore de Le Avventure di Pinocchio.

Ma in quanti saprebbero elencare un'altra opera di Collodi a parte il celebre burattino? Eppure l'autore toscano è stato quanto mai prolifico prima (e, per la verità, anche dopo) aver scritto il suo capolavoro.

Carlo Lorenzini, in arte Collodi, iniziò la carriera nel giornalismo e nell'editoria già a 20 anni nel 1847, dopo essere entrato a lavorare in una libreria come commesso. Dieci anni dopo, nel 1856, inizia l'attività di scrittore pubblicando il dramma teatrale Gli amici di casa, ispirato a una storia vera, e soprattutto Un romanzo in vapore. Da Firenze a Livorno. Guida storico-umoristica. Nato come un opuscolo-guida per l'inaugurazione della Stazione Leopolda di Firenze, è un curioso poutpurri di generi, mescolando il romanzo d'appendice, la satira dei costumi e la guida di viaggio.

L'opera ottiene un buon successo e nel 1857 pubblica a puntate I misteri di Firenze, una sorta di parodia de I misteri di Parigi, rimasto però incompiuto al primo volume.

consulenza gratuita per autori


Negli anni successivi Collodi tralascia l'attività di scrittore per dedicarsi esclusivamente al giornalismo e per arruolarsi nell'esercito piemontese per combattere nella seconda Guerra di indipendenza.

Torna alla narrativa solo nel 1877, quando pubblica Giannettino. Qui Collodi comincia a sviluppare lo stile e le intenzioni che poi faranno il successo di Pinocchio. Pensato come un manuale per le scuole (e infatti riprende il Giannetto di Luigi Parravicini, manuale per le scuole elementari negli anni '30 e '40 del XIX secolo), è la storia de monello Giannettino e delle vicissitudini che affronta per non voler andare a scuola. L'anno successivo esce Minuzzolo, una sorta di "spin off" di Giannettino. Quest'ultimo ritorna nel 1880 con il primo volume (di tre) di Il viaggio per l'Italia di Giannettino.

Nel frattempo però comincia a uscire a puntate la Storia di un burattino che poi verrà raccolta, visto il grande successo, ne Le avventure di Pinocchio. Prima di morire, nel 1890, Collodi sfornerà gli altri due volumi del Viaggio per l'Italia e altri quattro volumi pedagogici con protagonista Giannettino. Oggi queste opere sono tutte pressoché introvabili.

Nessun commento:

Posta un commento