lunedì 17 novembre 2014

Classifiche: i libri più venduti in Italia


Rispetto all'ultimo aggiornamento, nella top 10 dei libri più venduti in Italia si registrano moltissime novità. Per quanto riguarda gli autori italiani, approdano ai piani alti Alessandro Baricco, Alessandro D'Avenia ed Elena Ferrante, ma il ritorno più importante è senza dubbio quello di Wilbur Smith. Diamo un'occhiata alla classifica stilata da Nielsen Bookscan per Tuttolibri con i dati raccolti dal 2 all'8 novembre.


1) Andrea Camilleri, Morte in mare aperto e altre indagini del giovane Montalbano, Sellerio
Dodicimila copie vendute, giusto per ricordare che Andrea Camilleri non è mai stanco di appassionare i suoi lettori e di dominare le classifiche. Con le avventure giovanili del suo più celebre personaggio, lo scrittore siciliano si mantiene infatti comodamente in vetta, seppur incalzato dal collega zambiano quasi coetaneo. In questo volume, incontriamo un Montalbano ancora acerbo alle prese con otto indagini.

2) Wilbur Smith, Il dio del deserto, Longanesi
Con oltre 122 milioni di copie vendute in tutto il mondo, non deve stupire più di tanto che il nuovo romanzo di Wilbur Smith sia finito immediatamente in cima alle classifiche di vendita. Dopo ventuno anni da Il dio del fiume, si aggiunge una nuova storia - la quinta - alla saga d'avventura ambientata ai tempi dei faraoni. Al centro della scena troviamo sempre Taita, ora impegnato nel ruolo di mentore delle due figlie della regina Lostris.

3) Massimo Recalcati, L'ora di lezione, Einaudi

4) Alessandro D'Avenia, Ciò che inferno non è, Mondadori

5) Elena Ferrante, Storia della bambina perduta, e/o
Il mistero legato alla vera identità dell'autrice non ha impedito a questa saga, giunta al quarto e ultimo capitolo, di ottenere un incredibile successo, grazie al passaparola dei lettori. Le storie del ciclo L'amica geniale hanno conquistato anche gli Stati Uniti, rappresentando un vero e proprio vanto nazionale, oltre che una prestigiosa eccezione per l'attuale panorama letterario italiano. In questo romanzo, le due protagoniste - Lina ed Elena - sono ormai adulte: la seconda è andata via da Napoli ed è diventata una scrittrice, Lina invece è rimasta nel rione natale, ma è riuscita a spezzare le catene inventandosi una vera e propria carriera imprenditoriale.


6) Alessandro Baricco, Smith & Wesson, Feltrinelli

7) Jo Nesbø, Il confessore, Einaudi
Prima di mettersi a fare lo scrittore, Nesbø ha militato nella seria A calcistica norvegese, ha lavorato come giornalista freelance ed ha fatto il broker in borsa. Poi però il suo primo giallo della serie Harry Hole, Il pipistrello (vincitore del Glass Key Award come migliore romanzo norvegese del 1998), ha cominciato a scalare le classifiche, successo dopo successo, e la sua carriera è letteralmente decollata. Ora torna in libreria con una nuova storica carica di adrenalina, in cui i lettori ritroveranno le solite accattivanti atmosfere che rendono ogni giallo dell'autore di Oslo una storia da non perdere.

8) Camilla Läckberg, Il guardiano del faro, Marsilio

9) Andrea Vitali, Biglietto, signorina, Garzanti
Alla stazione ferroviaria di Varenna una ragazza viene trovata senza biglietto e lo zelante capotreno la porta al cospetto del capostazione Amilancare Mezzanotti, che si ritrova davanti Marta Bisovich: scura, dentatura perfetta, esotica, forse triestina, ma in ogni caso bella da togliere il fiato. La conturbante Marta non parla bene italiano ma lascia intendere di essere diretta a Bellano, dove alcune conoscenze possono aiutarla a lasciarsi il passato alle spalle. Qui, nel frattempo, impazzano le elezioni amministrative del 1948, che vedono il vicesindaco democristiano Torelli pronto a tutto per raggiungere il gradino più alto del comune.

10) Aldo Cazzullo, La guerra dei nostri nonni, Mondadori

Nessun commento:

Posta un commento