venerdì 5 settembre 2014

Guida alla lettura: Jeffery Deaver


Scrittore di romanzi thriller, creatore del fortunatissimo e celebre ciclo di Lincoln Rhyme, autore di testi musicali ed editore. I suoi libri sono venduti in 150 paesi e tradotti in 25 lingue. Nell'albo degli autori a cui ci siamo interessati per la nostra consueta "Guida alla lettura" non può mancare lui, Jeffery Deaver, protagonista del post di oggi.

La lista dei premi, delle nomine e dei riconoscimenti che gli sono stati tributati nella sua lunga e fruttuosa carriera è piuttosto lunga. Vincitore del Premio Nero Wolfe, assegnato negli Stati Uniti al miglior romanzo poliziesco per Il collezionista di ossa, tre volte vincitore dell'Ellery Queen Readers Award for Best Short Story of the Year, del British Thumping Good Read Award e del Crime Writers Association's Ian Fleming Steel Dagger Award. Nominato al Book of the Year per La luna fredda e al Novel of the Year per I corpi lasciati indietro.

corso di scrittura roma

Deaver intraprese la carriera di scrittore a tempo pieno solo a partire dai primi anni novanta. Fino ad allora, infatti, aveva lavorato come giornalista e consulente legale per il New York Times e il Wall Street Journal. Autore di numerosi romanzi e raccolte di racconti, ottenne il successo del grande pubblico grazie al primo capitolo della saga di Lincoln Rhyme, inaugurata nel 1997 con Il collezionista di ossa e giunta ormai al undicesimo appuntamento. Le sua produzione è articolata in diversi cicli narrativi, che tenteremo ora di mettere in ordine.

Ciclo di Lincoln Rhyme
Portato sul grande schermo nel 1999 da Philip Noyce e interpretato da Denzel Washington e Angelina Jolie, rispettivamente nei panni del criminologo Lincoln Rhyme e della sua collaboratrice Amelia Sachs, si tratta del ciclo più duraturo e celebre dello scrittore di Glen Ellyn. Il protagonista, a causa di un grave incidente, è tetraplegico, paralizzato e costretto a dipendere dall'aiuto altrui. Nonostante ciò, prosegue dal proprio appartamento le indagini, trovando nell'agente Sachs le braccia e le gambe per continuare a vivere e a interessarsi dei crimini più efferati.

1) Il collezionista di ossa (The Bone Collector, 1997) (Sonzogno, 1998 - Bur, 2002)
2) Lo scheletro che balla (The Coffin Dancer, 1998) (Sonzogno, 1999 - Bur, 2003)
3) La sedia vuota (The Empty Chair, 2000) (Sonzogno, 2000 - Bur, 2004)
4) La scimmia di pietra (The Stone Monkey, 2002) (Sonzogno, 2002 - Bur, 2006)
5) L'uomo scomparso (The Vanished Man, 2003) (Sonzogno, 2003 - Bur, 2007)
6) La dodicesima carta (The Twelfth Card, 2005) (Sonzogno, 2005 - Bur, 2008)
7) La luna fredda (The Cold Moon, 2006) (Sonzogno, 2006 - Bur, 2009)
8) La finestra rotta (The Broken Window, 2008) (Rizzoli, 2008 - Bur, 2009)
9) Il filo che brucia (The Burning Wire, 2010) (Rizzoli, 2010)
10) La stanza della morte (The Kill Room,2013) (Rizzoli, 2013)
11) The skin collector (2014)

Ciclo di John Pellam
Una volta lavorava come regista, poi la morte di un attore - legata al traffico di stupefacenti - l'ha fatto capitombolare un po' più in basso nella gerarchia dei ruoli cinematografici, fino al livello del location scouting. Proprio mentre è in giro per visionare alcuni luoghi, il suo collega Marty viene ucciso e lui perde il lavoro. Il mistero di questa morte, però, lo spinge a indagare.

1) Sotto terra (Shallow Graves, 1992) (Sonzogno, 2006)
2) Fiume di sangue (Bloody River Blues, 1993) (Sonzogno, 2007)
3) L'ultimo copione di John Pellam (Hell's Kitchen, 2001) (Sonzogno, 2007)

Ciclo di Kathryn Dance
Questo personaggio appare per la prima in La luna fredda. Esperta di cinesica, la scienza che studia il linguaggio del corpo, Kathryn è chiamata a interrogare un killer che, otto anni prima, ha sterminato la propria famiglia. Quando la donna riesce a intendere il piano dell'uomo, questi è già evaso. Comincia così una nuova indagine.

1) La bambola che dorme (The Sleeping Doll, 2007) (Sonzogno, 2007 - Bur, 2009)
2) La strada delle croci (Roadside Crosses, 2009) (Rizzoli, 2009)
3) Sarò la tua ombra (XO, June 2012) (Rizzoli, 2012)

Jeffery Deaver si è cimentato anche con le avventure di James Bond, ideato da Ian Fleming e già tornato a vivere nelle pagine di Sebastian Faulks. Deaver ha accolto la sfida con il romanzo Carta bianca (Rizzoli, 2011), vincitore del Grand Prix Award.

1 commento:

  1. Ho avuto la grande fortuna di conoscere Deaver di persona anni fa ed è squisito. Ha un grande amore per la scrittura, che è di precisione chirurgica ma ha mantenuto tanta umiltà. Un vero professionista della parola, uno scrittore eccezionale.

    RispondiElimina