venerdì 6 giugno 2014

Guida alla lettura: George R.R. Martin (I Parte)

Dopo tanto tempo, abbiamo deciso di riproporre la nostra rubrica "Guida alla lettura", un momento di approfondimento dedicato a quegli autori caratterizzati da una produzione corposa, divisa tra saghe e cicli di vario tipo. Purtroppo non è sempre così semplice orientarsi all'interno di questi labirinti letterari, talvolta resi ancor più complicati da scelte editoriali discutibili. Un caso esemplare è senza dubbio quello di George R.R. Martin, divenuto straordinariamente celebre con le sue "Cronache del Ghiaccio e del Fuoco" che tengono col fiato sospeso milioni di lettori in tutto il mondo. Ebbene, sia per chi ha già intrapreso la lettura, sia per chi vuole cominciare e non ha ancora avuto il coraggio, oggi cerchiamo di ricapitolare insieme la situazione editoriale di questo celebre ciclo di romanzi. 

consulenza gratuita per autori


Partiamo dall'inizio. Martin comincia le Cronache nel 1991 e il primo volume, A Game of Thrones viene pubblicato negli Stati Uniti nel 1996. Inizialmente la saga doveva completarsi nell'arco di una trilogia, ma l'autore si è reso conto di non poter chiudere così presto e ha previsto la conclusione in sette romanzi (una notizia delle ultime ore parla addirittura della possibilità di un ottavo romanzo). Prima di addentrarci nella questione editoriale, però, è bene ricordare brevemente la storia narrata in questi libri.

Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco si iscrive al genere del fantasy medievale ed ambienta la propria storia nei "Sette Regni", nome con cui ci si riferisce al Continente Occidentale (Westeros) sebbene si sia arrivati da tempo all'unificazione sotto un solo vessillo. Il sistema feudale del Continente vede regnare la casate nobiliari Baratheon, Lannister, Stark, Arryn, Tyrell, Tully e Martell. A nord, un immenso muro di ghiaccio chiamato la Barriera separa i Sette Regni dai territori abitati dai barbari, i Bruti, e da altre creature leggendarie. A Oriente c'è invece il continente Essos, abitato dai popoli nomadi e dagli ultimi membri della casa Targaryen, che una volta capeggiava sui Sette Regni. L'equilibrio tra i nobili viene bruscamente interrotto dalla morte di Jon Arryn, Primo Cavaliere del Re e, in seguito, dalla morte di Re Robert Baratheon. Ha così inizio una guerra nel Continente Occidentale per la conquista del Trono di Spade. Ma il pericolo proveniente da nord si sta facendo sempre più vicino, mentre nel Continente Orientale i Tergaryen organizzano un esercito per riconquistare il trono appartenuto alla loro famiglia per tre secoli.

La particolarità del successo di questo ciclo di romanzi è che ha avvicinato al fantasy anche lettori fino a quel momento estranei, se non restii al genere. Il fascino della storia è magnetico e la serialità della vicenda crea una vera e propria dipendenza. Una volta cominciato, insomma, è difficile smettere. In Italia il primo romanzo fu pubblicato da Mondadori nel 1999 e nel corso degli anni duemila la saga ha raccolto un numero sempre maggiore di lettori. Dal 2011 i romanzi sono approdati sul piccolo schermo grazie alla serie televisiva Game of Thrones, giunta alla terza stagione (è in lavorazione la quarta) e seguita con enorme partecipazione dai lettori/telespettatori. Mentre Martin lavora al sesto romanzo, dunque, le aspettative aumentano, e i lettori anche.

La vicenda italiana dei romanzi delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco è molto intricata e da sempre anima accese discussioni all'interno della comunità dei lettori della saga. Per fare chiarezza, ricapitoliamo la situazione partendo dalla situazione editoriale originaria. I romanzi - pubblicati e da pubblicare - sono sette in totale:

1. A Game of Thrones (1996)
2. A Clash of Kings (1998)
3. A Storm of Swords (2000)
4. A Feast for Crowds (2005)
5. A Dance with Dragons (2011)
6. The Winds of Winter
7. A Dream of Spring

La "colpa" di Mondadori è quella di aver spezzettato i cinque romanzi finora pubblicati, arrivando a dodici titoli.

A Games of Thrones è stato diviso in:
1. Il trono di spade (1999)
2. Il grande inverno (2000)

A Clash of Kings è stato diviso in:
3. Il regno dei lupi (2001)
4. La regina dei draghi (2001)
A Storm of Swords è stato diviso in: 
A Feast for Crowds è stato diviso in: 
9. L'ombra della profezia (2007)
A Dance with Dragons è stato diviso in: 
11. I fuochi di Valyria (2012) 
12. La danza dei draghi (2012)

Oltre ad aver obbligato i lettori a una spesa maggiore costringendoli ad acquistare dodici romanzi anziché cinque e a dover attendere tempi maggiori a causa di questa suddivisione, la moltiplicazione dei titoli ha generato enorme confusione, scoraggiando molti tra coloro che avrebbero voluto avvicinarsi alla saga. Di recente la Mondadori è corsa ai ripari, ripubblicando i romanzi secondo lo schema originario, a due ondate. Per Urania sono usciti:

  • Il gioco del trono (2007), che riproduce A Games of Thrones
  • Lo scontro dei re (2008), che riproduce A Clash of Kings
  • Tempesta di spade - Parte prima (2009) che riproduce la prima parte di A Storm of Swords
  • Tempesta di spade - Parte seconda (2009) che riproduce la seconda parte di A Storm of Swords
  • Il banchetto dei corvi (2010) che riproduce A Feast for Crowds

Sono stati poi ripubblicati negli Oscar grandi bestsellers:


Per non farsi mancare niente (e per cavalcare l'onda del successo della serie televisiva dell'HBO), sono state poi pubblicate delle edizioni speciali, rilegate, che danno l'impressione di essere dei volumi da collezione, belli da esporre nella propria libreria ma decisamente scomodi per chi è abituato a leggere fuori casa:


Insomma, l'impressione è che per dieci anni la Mondadori abbia voluto complicare la vita ai lettori italiani di Martin e il fatto che sia tornata parzialmente sui propri passi (anche se con un certo ritardo) è il segno che la voce adirata della comunità sia arrivata al giusto destinatario. La confusione resta, ma la speranza è che per il sesto, il settimo (e l'ottavo?) romanzo non si ritorni al vecchio vizio e si prosegua sulla linea del rispetto della struttura concepita da Martin. Nel frattempo ci auguriamo che questa nostra guida sia utile a chi vuole orientarsi meglio nell'universo delle Cronache e dia coraggio a chi non ha ancora cominciato.
Qui la seconda parte dedicata alle altre opere di George R.R. Martin.




Nessun commento:

Posta un commento