martedì 3 giugno 2014

Five tips: la scrittura giornaliera




Il martedì è il giorno dei Five Tips, una delle nostre rubriche più attese e seguite. Oggi non facciamo eccezione e vi proponiamo qualche bel consiglio che può esservi d'aiuto se siete alle prese con la scrittura di un'opera. Con il caldo è sempre più difficile resistere alla tentazione di mollare le sudate carte per scappare in spiaggia o fare una bella passeggiata. Non ci stancheremo mai di ripetere, però, che la scrittura è un lavoro che impone del metodo. Vediamo cosa fare per riuscire a mantenere un ritmo giornaliero.

Right brain. Right time
Non c'è un momento buono per scrivere. Semplicemente, ognuno ha il suo. C'è chi la mattina è più fresco e fantasioso, chi riesce a raccogliere le idee soltanto dopo pranzo e chi invece si sente una specie di scrittore-vampiro in grado di poter scrivere soltanto dopo il tramonto. Per prima cosa, dunque, individuate il vostro buon momento, e partite da quello.

Same time, same place
La ripetitività vi spaventa? D'accordo, se non volete sentirvi ripetitivi almeno provate a sentirvi regolari. Per ingranare serve regolarità, a costo di obbligarsi. Una volta che avete scelto il vostro momento della giornata per scrivere, scegliete anche dove farlo e fatelo tutti i giorni, stesso posto stessa ora. Sarà il vostro appuntamento quotidiano, la base indispensabile per iniziare e per continuare.


consulenza gratuita per autori


Tell your family or friends
Senz'altro qualcuno di voi preferisce mantenere un alone di mistero attorno al proprio lavoro, ma spesso annunciare alla vostra famiglia o ai vostri amici che siete alle prese con la scrittura di un'opera può risparmiarvi qualche grana. Senza entrare nei dettagli. Basterà dire loro "Sto scrivendo un libro" per fargli capire perché non dovete essere disturbati e perché ogni tanto preferite rimanere a casa anziché uscire a bere qualcosa. Se capiranno, rispetteranno il vostro lavoro e voi tutelerete la vostra routine quotidiana.

Daily count
Altra cosa essenziale per imporsi il ritmo giusto: contate quello che scrivete. Datevi un tot di parole, di pagine o di battute al giorno, una quota minima sotto la quale non dovete scendere. Ci saranno dei giorni in cui sarà facilissimo rispettarla e altri in cui faticherete a dismisura. In ogni caso, raggiungere tutti i giorni il vostro obiettivo fisso vi darà l'impressione di rimanere sempre al ritmo giusto.

Write badly
Attenzione, non significa che dovete scrivere con i piedi. Se siete alla prima stesura, non state a preoccuparvi di ogni singolo aggettivo e di ogni virgola. Non impantanatevi nei dettagli, perché penserete poi ad affinare e migliorare ciò che non vi convince. Se avete il vostro momento, il vostro posto, se nessuno vi disturba e se avete stabilito la quota minima da rispettare quotidianamente, non vi resta che scrivere.

Nessun commento:

Posta un commento