giovedì 26 giugno 2014

Ebook da leggere: "I romagnoli ammazzano al mercoledì" di Davide Bacchilega


Oggi per la nostra rubrica "Ebook da leggere" parliamo del nuovo romanzo di Davide Bacchilega, "I romagnoli ammazzano al mercoledì", pubblicato da Las Vegas Edizioni. Se avete l'impressione che città come Ravenna, Faenza, Alfonsine, Rimini e Milano Marittima siano tutt'al più allegri e ridenti centri in cui succede poco e niente e si vive in tranquillità, be', questa storia vi farà ricredere. 

I personaggi del romanzo di Bacchilega sono, nel senso comune del termine, dei personaggi. C'è il "Playboy della Truffa" Ruben Fontana, che attira Tardone Assassine nelle chat per poi alleggerirle dell'argenteria. Su Romagna Sera, poi, Stefano Guerra combatte la propria guerra personale contro la noia infilandosi nelle file dei supermercati e recitando la parte del giornalista disilluso con la più attiva Valeria, giovane collega ancora incline alla passione professionale. Il quadro prosegue con Irma, poetessa lesbica che cerca di propinare le sue insignificanti poesie alle redazioni locali, fregiandosi di premi e concorsi di nessun valore letterario e diventando la migliore preda per truffatori camuffati da agenti letterari. In ultimo c'è Raul Chiodi, classico pugile a fine carriera che non sa se è pronto o meno ad appendere i guantoni al chiodo, come non sa se è pronto o meno per scaricare la moglie, Eleonora.

consulenza gratuita per autori

Oltre a questi personaggi, tutti trentanovenni e tutti alla ricerca, ognuno con le proprie strategie, di una svolta, nella Romagna di questa storia trovano spazio Ermes Donati e la sua bisca clandestina piena di disperati amanti del gioco e minacciosi cinesi con "amici che contano", ma anche dei pericolosi russi amanti delle scommesse, pronti a tutto per decidere il risultato della partita tra il Rimini e il Ravenna, un derby che vale la promozione.

Tante vicende parallele che finiscono per intrecciarsi, dando forma un meccanismo pronto a esplodere, guarda caso, di mercoledì. In un progressivo complicarsi degli eventi, si è curiosi di conoscere passo dopo passo i nuovi guai in cui si caccia il Playboy Ruben, tra un tavolo da poker e un incontro di boxe truccato, ma si segue con interesse anche l'insistenza di Irma nei confronti di Stefano Guerra, tampinato quotidianamente per pubblicare un articolo sulla poetessa che manifesta crescenti sintomi di squilibrio. Il ritmo diventa così forsennato, in questo crescendo di rischio che tiene vivissimo l'interesse del lettore, grazie anche al continuo cambio di punto di vista e di tonalità a cui l'autore ricorre.

Si ha quindi la possibilità di seguire la vicenda a colpi di gong quando a parlare è il pugile Raul, oppure a colpi di benedetta la madonna quando il timone della narrazione passa al verace Ermes Donati. Le diverse voci sono tutte riconoscibili e finiscono per sovrapporsi in uno scioglimento che tiene incollati alla pagina, con la speranza di capire perché i romagnoli ammazzano proprio al mercoledì.

Per quanto riguarda gli aspetti tecnici dell'ebook, si nota che non sempre il cambio di punto di vista è segnalato dal consueto spazio bianco. Ciò genera qualche secondo di disorientamento, laddove accade, ma la sopra citata riconoscibilità delle varie voci che compongono il "coro" del romanzo interviene quasi subito a dissolvere lo spaesamento. Molto apprezzata, infine, la Lettera dell'Editore in chiusura dell'ebook, in cui si spende qualche interessante parola circa la casa editrice e si forniscono tutti i principali riferimenti (tradizionali e social) per mettersi in contatto con la redazione e commentare la propria esperienza di lettori.


Nessun commento:

Posta un commento