giovedì 19 giugno 2014

Blue Mondays: intervista a Giorgia di Tolle (Editrice Nord)


Arriva anche in Italia BLUE MONDAYS, il romanzo erotico di Emily Dubberley che a pochi giorni dall'uscita è già in testa alle classifiche di download. L'opera, infatti, è stata proposta ai lettori in un ebook a puntate, che usciranno ogni lunedì. Nel primo episodio, Lucy è stipata in un vagone della metropolitana londinese. Pensa al lavoro da sbrigare e a come arrivare indenne alla sua fermata, quando un uomo con un cestino da picnic la distoglie dai ragionamenti. «Aveva spalle larghe e braccia possenti, i muscoli appena irrigiditi dal peso del cestino, le cosce che gonfiavano la tela dei pantaloni. Non aveva il fisico di un patito della palestra, però: più che altro sembrava un uomo abituato a fare molta attività all'aria aperta.» Con uno sguardo e un paio di battute, nasce una conversazione rapida e intensa, ma quell'incontro interessante è destinato a concludersi con l'arrivo della fermata dell'uomo. Uscendo, però, questi dimentica il portafogli, e Lucy non resiste alla tentazione di prenderlo e correre dietro al suo proprietario: Ben Turner. Il caso, dunque, permetterà loro di continuare da dove avevano interrotto. Abbiamo parlato dell'uscita di BLUE MONDAYS con Giorgia di Tolle, caporedattrice di Editrice Nord. 

Per il lancio di BLUE MONDAYS di Emily Dubberley, Editrice Nord ha adottato una strategia particolare: dividere l’opera in otto puntate da rilasciare ogni lunedì (il primo capitolo, gratuito e in formato ebook, è disponibile dallo scorso 16 giugno). Come è nata questa idea?

A dire la verità, l'idea è nata proprio dall'autrice. Anche in Inghilterra e negli Stati Uniti, BLUE MONDAYS è uscito in otto puntate, che sono state pubblicate ogni lunedì per otto settimane. Tuttavia era da parecchio che in casa editrice accarezzavamo l'idea di tentare un esperimento simile, soprattutto nel campo della letteratura erotica, che d'estate è molto richiesta. Insomma… diciamo che il progetto di Emily Dubberley è stato la risposta perfetta a una domanda che ci stavamo facendo già da un po' di tempo.

L’iniziativa rispolvera un po’ la tradizione ottocentesca del romanzo d’appendice pubblicato a puntate sulle riviste e il genere stesso del romanzo è abbastanza in linea con quel tipo di pubblicazioni. Che significato ha riproporre un simile formato in ebook?

Non credo che questo progetto sia considerabile come un revival del vecchio romanzo d'appendice. È vero che ci sono parecchi punti in comune, però nasce da esigenze completamente diverse. Stiamo andando verso una società che da un lato ha sempre meno tempo per leggere, e dall'altro è ormai abituata da Internet e dai social network a leggere testi sempre più brevi. È avendo ben in mente questi due fenomeni che abbiamo deciso di puntare su BLUE MONDAYS: un romanzo diviso in otto brevi puntate, da leggere in poco tempo, magari proprio durante il tragitto per andare al lavoro (spesso l'unico momento possibile da dedicare alla lettura). Una lettura rapida, eppure appassionante, capace di regalare emozioni a tinte fortissime. La versione "da leggere" di un video di YouTube.

consulenza gratuita per autori


Dopo la prima uscita gratuita, si prosegue con il secondo capitolo a 0,99 €, poi gli ebook costeranno 1,99 €. I prezzi sono abbastanza contenuti e la strategia delle puntate, unita al binomio ebook e narrativa erotica, sembra mirare soprattutto alla fidelizzazione del pubblico, puntando sulla serialità.

Crediamo che i prezzi debbano essere commisurati alla lunghezza; in questo caso, 1,99€ per delle puntate da circa 40 pagine della "vecchia carta" ci è sembrato semplicemente un prezzo onesto. Inoltre volevamo dare la possibilità ai lettori di "assaggiare" il romanzo prima di doverci scommettere economicamente, da qui la scelta di mettere il primo capitolo gratuito e il secondo a un piccolissimo prezzo. Potrebbe sembrare un trucchetto per raggiungere subito un pubblico molto ampio, in realtà non è una mossa priva di rischi, tutt'altro. Per realizzare un'operazione di questo genere bisogna essere sicuri della qualità del prodotto, altrimenti diventa controproducente. È proprio perché pensiamo di star offrendo ai nostri lettori un romanzo di qualità che ci "permettiamo" di regalare il primo capitolo e di offrire il secondo con un forte sconto. Insomma, siamo fiduciosi del fatto che, una volta "assaggiato", sarà impossibile resistere al fascino di BLUE MONDAYS.

Abbiamo notato che il primo capitolo di BLUE MONDAYS è disponibile senza Adobe DRM. Molti editori continuano a utilizzare dei lucchetti proteggere i propri ebook. Questa vostra scelta, insieme al sopra citato meccanismo di fidelizzazione del pubblico, può essere letta come una via alternativa alla rigida lotta contro la pirateria digitale, che punta più sull’instaurazione di un rapporto di fiducia con i lettori?

In realtà spesso il DRM è imposto per contratto dagli autori stessi, perciò l'immagine dell'editore che mette "lucchetti" ai propri file è abbastanza fuorviante. In ogni modo, siamo convinti che per vincere la guerra contro la pirateria sia essenziale instaurare un rapporto di fiducia coi lettori, e ciò si ottiene con una buona politica dei prezzi e con promozioni efficaci. E poi diciamocelo: che senso avrebbe mettere un DRM su un ebook scaricabile gratuitamente? Se i lettori condividessero questa prima puntata, noi ne saremmo solo felici. Ci piacerebbe che BLUE MONDAYS diventasse un motivo in più per alzarsi il lunedì mattina, un qualcosa da attendere con impazienza e che sia capace di rallegrare la giornata più pesante della settimana.

In seguito al successo delle Cinquanta sfumature si parla tanto di boom della narrativa erotica (tornata alla ribalta anche grazie agli ebook, che permettono agli appassionati del genere di leggere lontano dagli sguardi indiscreti). Il formato digitale, però, sembra congeniale alla diffusione di tutta la narrativa di genere, la cui comunità di lettori trova nella rete un habitat naturale. Vista l’efficacia di tale formula, secondo te il destino dei romanzi erotici, dei fantasy e dei polizieschi è di trasferirsi completamente sul digitale?   

È davvero troppo presto per dirlo. Sebbene i buoni risultati raggiunti nel campo del romanzo erotico, del thriller e del romanzo d'avventura ci portino a supporre che parte del pubblico si stia spostando sempre più rapidamente verso il libro elettronico, i numeri sono ancora modesti. Di sicuro nei prossimi anni venderemo sempre più ebook, ma parlare di "sorpasso" mi sembra quantomeno prematuro, soprattutto nel breve periodo. Dei generi che hai citato, caso a sé fa il fantasy, dove invece il pubblico sembra essere più legato all'oggetto-libro, meglio se cartonato.

Editrice Nord ha saputo accogliere proposte di successo dalla realtà della narrativa erotica (si pensi a "Tentazione e castigo" di Sylvain Reynald e a “Giocando col fuoco” di Sadie Matthews). Pensi che, per questo filone, possiate proporre anche per altri titoli l’esperienza a puntate di BLUE MONDAYS?

Anche in questo caso, è un po' presto per sbilanciarsi. Noi crediamo molto nel progetto BLUE MONDAYS e saremmo entusiasti di proporre anche altri titoli seguendone le stesse modalità. Tuttavia, ogni volta che si parla di simili operazioni, bisogna tenere presente che la decisione non dipende mai solamente da noi. Dobbiamo avere il sostegno dei nostri autori e soprattutto dei nostri lettori. Come si diceva prima, per noi il rapporto col pubblico è molto importante, perciò molto dipenderà da come verrà accolto il romanzo di Emily Dubberley. Perché alla fine per chi lavora una casa editrice, se non per i lettori?

Un ringraziamento a Giorgia di Tolle e a Editrice Nord per la disponibilità e un in bocca al lupo per l'uscita dei prossimi capitoli di BLUE MONDAYS.



Nessun commento:

Posta un commento