venerdì 9 maggio 2014

Salone in diretta: tradurre la saga di Harry Potter




Durante la mattinata abbiamo continuato a seguire il ciclo Seminari di traduzione nella Sala Professionali, assistendo stavolta, a partire dalle ore 11, al racconto dell'imponente opera di traduzione della saga di Harry Potter. A riportarcelo chi se non Stefano Bartezzaghi, curatore della nuova traduzione di Salani del 2011, Ilide Carmignani e Luigi Spagnol.




consulenza gratuita per autori

Interessante la genesi della nuova traduzione del maghetto più famoso del mondo. Quando i primi volumi arrivarono in Italia, la saga era ancora "in progress", e in particolare ai tempi del primo episodio era difficile immaginare quanto successo avrebbe avuto Harry Potter. Un successo tale da mettere in evidenza dei punti deboli della traduzione originaria, piccole pecche, o incongruenze che in altre circostanze non sarebbero mai state evidenziate, ma che milioni di lettori hanno passato al microscopio.
Da qui la necessità di revisionare le traduzioni – occasione anche per ripubblicare con una nuova veste i volumi di J. K. Rowling.

Stefano Bartezzaghi, scrittore quantomai abile a giocare con le parole, è stato chiamato a curare la nuova versione che, come lui stesso ha spiegato, non è una ri-traduzione, ma una revisione delle traduzioni esistenti alla luce degli elementi critici emersi, anche con la collaborazione dei lettori.

Nessun commento:

Posta un commento