martedì 20 maggio 2014

Five Tips: la concentrazione




Con i nostri Five Tips ci proponiamo di selezionare i migliori consigli di scrittura, ma è sempre bene ricordare che, fatta eccezione per qualche regola dal valore "universale", la soggettività resta un elemento decisivo nella scelta del metodo più adatto ai vostri scopi. Oggi, ad esempio, parliamo di cosa fare per mantenere alta la concentrazione, ma difficilmente saremo tutti d'accordo sulla migliore condizione possibile per mettersi a scrivere. Se questi consigli vi sembreranno in contrasto l'uno con l'altro, dunque, non stupitevi. Ognuno ha la propria idea di concentrazione.

Accept your distractions
La concentrazione assoluta non esiste. Anche quando crederai di averla raggiunta e di poter scrivere senza interruzione per tre giorni di seguito, quando meno te lo aspetti, arriverà lei, la distrazione. L'importante è saperla riconoscere, individuare e affrontare. Ignorarla non serve a nulla e continuare facendo finta di niente può essere controproducente. Osserva il tuo nemico e difenditi. Pensa che il tuo obiettivo è tornare concentrato, fermati e poi non appena ti senti pronto ricomincia.

Write at a different time
Una routine rigida spesso è la ricetta vincente per una buona sessione di scrittura. Se qualcosa si inceppa, però, essa può trasformarsi in una gabbia opprimente. Qualora scrivere la mattina non porti più a nessun risultato, date un cambio netto e provate a vedere se la sera va meglio, o viceversa. Un leggero cambiamento di orario può essere determinante per riprendere il ritmo.


consulenza gratuita per autori


Swich off distractions 
Sì, internet è una risorsa importante e non possiamo farne a meno, ormai. Siamo tutti d'accordo. Se non volete complicarvi la vita, però, quando scrivete è meglio se restiate disconnessi. Staccate la spina a Facebook e Twitter, non preoccupatevi di leggere l'email. Già che ci siete chiudete anche la porta e spegnete il cellulare. Ci sono dei programmi di scrittura dall'aspetto minimale, fatti apposta per darvi un ambiente lontano da ogni possibile distrazione. Fateci un pensierino.

Go somewhere else
Come per l'orario, anche un cambio di luogo può esservi d'aiuto. Il posto in cui avete sempre scritto sembra aver smarrito la magia? Il mondo è pieno di posti per scrivere, avete solo l'imbarazzo della scelta. C'è chi scrive al parco, chi sul treno, chi in caffè affollati, chi in spiaggia. Dipende da cosa cercate. Silenzio assoluto o vivida confusione, spazi aperti o spazi chiusi. Il cambiamento può ripristinare l'incantesimo, a volte.

Stay where you are
Se non riuscite ad affrontare la pagina bianca e la vostra postazione non vi aiuta, fate una breve pausa. Bevete un caffè o una spremuta e valutate la possibilità di cambiare luogo di scrittura. Prima di farlo, però, dovete guardarvi dentro: dipende da ciò che vi circonda o da voi stessi? Nulla vi impedisce di andare in un meraviglioso parco, ma l'importante è sapere che alcuni problemi ci seguono come dei segugi. In un modo o nell'altro, muovendosi o rimanendo dove si è, la soluzione è affrontarli, non evitarli.



Nessun commento:

Posta un commento