mercoledì 16 aprile 2014

Premio Bancarella 2014: i sei libri finalisti




Ieri, 15 aprile, sono stati annunciati i sei libri finalisti della 62esima edizione del Premio Bancarella. I titoli, tutti pubblicati tra il 4 marzo 2013 e il 28 febbraio 2014, saranno presentati durante i prossimi mesi nel corso di un calendario di eventi che vedrà la sua ultima tappa il 20 luglio, quando in piazza della Repubblica a Pontremoli sarà proclamato il vincitore eletto con i voti dei 200 librai costituenti la Giuria del Premio.


Ronald Balson, Volevo solo averti accanto
Durante la sera della prima al teatro dell'Opera di Chicago, un folle raggiunge il vecchio mecenate Elliot Rosenweig. Puntandogli una pistola alla tempia, lo accusa di essere Otto Piatek, un feroce criminale nazista. Non c'è nessuno sparo e l'assalitore, Ben Solomon, viene portato via dalla sicurezza. Le sue accuse, tuttavia, attecchiscono nella testa della giovane avvocatessa Catherine Lockhart, che decide di immergersi in una storia dolorosa, dove la tragedia dell'olocausto nella Polonia degli Anni Trenta si mescola a una vicenda d'amore, amicizia e gelosia.
Garzanti, pp. 420, € 14.90.

Alberto Custerlina, Il segreto del Manylion. All'ombra dell'impero
La primavera triestina del 1902 è agitata. I ricordi sanguinosi del primo sciopero operaio dell'Impero asburgico continuano a impensierire la cittadinanza. Le sorprese, però, non sono finite: il cadavere sfigurato di un sottufficiale dell'esercito viene ritrovato per strada e il Mandylion, una preziosa reliquia cristiana, viene rubata e poi trovata da Davorin, un ragazzino di dodici anni che grazie all'oggetto ottiene dei misteriosi poteri. Tra l'omicidio e il furto ci sono dei legami che Anton Adler, commissario di Polizia e padrino di Davorin, si appresta a indagare, finendo catapultato in una storia che affonda le proprie radici nel tempo di Gesù e della Cina coloniale.
Baldini & Castoldi, pp. 311, € 16.90

Albert Espinosa, Braccialetti rossi
Malato di cancro per dieci anni, Albert Espinosa è riuscito a guarire. In questo libro, da cui è stata tratta la fiction in onda su Rai Uno, racconta la propria giovinezza segnata dalla malattia, tra il diario e la testimonianza. "Albert parla di un mondo alla portata di tutti, che ha il colore del sole: il mondo giallo. Un posto caldo, dove i baci possono durare dieci minuti, dove gli sconosciuti possono diventare i tuoi più grandi alleati, dove l'affetto è un gesto quotidiano come quello di comprare il pane, dove la paura perde significato, dove la morte non è una cosa che succede agli altri, dove la vita è il bene più prezioso. Lunga vita ad Albert!"
Salani, pp. 172, € 12.90


consulenza gratuita per autori



Chiara Gamberale, Per dieci minuti
Dieci minuti al giorno, tutti i giorni, per un mese. Il tempo da dedicare a se stessi, per fare qualcosa di nuovo, chiudere con il passato e realizzare quanto il presente rappresenti soltanto qualcosa di sbagliato. Dieci minuti per guardare avanti e non voltarsi indietro, cercando di superare il dolore.
Feltrinelli, pp. 187, € 16


Veit Heinchen, Il suo peggior nemico
Nel cielo di Aurisina, un paese sul Carso, è appena esploso un aeroplano. Con questa notizia, annunciata alle sei e mezza di mattina, inizia la giornata del commissario Laurenti. Il pilota, unico passeggero del piccolo velivolo, è Franz Xaver Spechtenhauser, facoltoso imprenditore sessantasettenne con un passato da senatore come rappresentante della Sudtiroler Volkspartei. Tra i resti dell'aereoplano il commissario rinviene dell'esplosivo, giungendo subito all'ipotesi di omicidio. Il corso degli eventi subisce un'ulteriore accelerazione nel giorno del funerale di Spechtenhauser, quando un portavalori viene assaltato sulla A4, ingarbugliando ancora di più le indagini di Laurenti.
Edizioni e/o, pp. 329, € 18.50

Michela Marzano, L'amore è tutto: è tutto ciò che so dell'amore
Di libri sull'amore ne esistono tanti. Ne hanno scritto poeti, romanzieri, filosofi, ma si tratta di un argomento che non sempre la teoria riesce a esaurire. Talvolta è l'esperienza quotidiana a offrire le lezioni più preziose. La storia di Michela Marzano è apparentemente comune a quella di molte altre donne: bambina in attesa del Principe Azzurro, poi donna troppo romantica fino all'incontro casuale con l'uomo che diventerà suo marito. Nel guardarsi dentro, però, rivela la grande capacità di osservarsi anche in modo spietato, attraverso un occhio indagatore che tenta di scrutare in modo limpido i suoi confini personali.
Utet, pp. 206, € 14



Nessun commento:

Posta un commento