martedì 29 aprile 2014

Consigli di… scrittori: i 5 tips di Zadie Smith




Di imparare non si finisce mai, a maggior ragione quando si tratta di scrittura. Malgrado qualcuno sia ancora convinto che bastino il talento e l'ispirazione, seguire i consigli di qualche maestro può aiutare gli aspiranti artigiani della penna (o della tastiera) ad affinare la propria tecnica. Oggi per i nostri Five tips torniamo ad affidarci a qualcuno che conosce bene il mestiere. Sentite cosa ha da suggerire Zadie Smith.

Read a lot of books
Leggete, leggete, leggete. Fin da piccoli, se possibile. Certo, non è necessario curvarsi la schiena, né bruciare infanzia e adolescenza in biblioteca o in camera, ma quando avete del tempo libero sfruttatelo immergendovi in una storia. Anni fa non potevate ancora saperlo, ma i libri che stavate leggendo vi sarebbero tornati utili.

Write, then edit
Avete finalmente terminato la vostra prima stesura e siete eccitati. Essere arrivati alla fine vi ha impegnato e affaticato, perciò adesso non vede l'ora di correggere qualcosina e spedire tutto agli editori. Sbagliato. Che fretta avete? Prima di correggere è meglio prendere un po' di tempo, lasciando che la vostra opera se ne stia nel cassetto per i fatti suoi. Editare a caldo non è mai una buona idea. La distanza temporale ed emotiva vi renderà più lucidi nell'autocritica.

Read you own work as a stranger
Distanza e autocritica, dicevamo. Esaminarsi è sempre difficile, non solo quando si tratta di scrittura. Per farlo, l'ostacolo principale risiede nella conoscenza che si ha di se stessi e della propria opera. Davanti a una debolezza, una forzatura, una banalità probabilmente tenderete a chiudere un occhio, dicendovi tra poco arriva il bello, non preoccuparti. Un lettore sconosciuto ancora non conosce ciò che sta per leggere, e sarà spietato. Quando vi rileggete, cercate di essere come quel lettore sconosciuto.


consulenza gratuita per autori


Be disconnected
Questo consiglio vi sembrerà il meno romantico, ma probabilmente è il più utile. Se scrivere a mano o macchina non fa più per voi e avete da tempo ceduto al fascino del computer, sapete anche che internet può diventare il più grande nemico del vostro lavoro. Tra notifiche di Facebook, tweet, nuove email, video su YouTube e ricerche inutili su Wikipedia, rischiate di rallentare non poco il percorso della vostra scrittura. Meglio lavorare su un computer disconnesso. Per cercare un sinonimo potrete sempre usare il caro vecchio dizionario che tenete in libreria a prendere polvere. 

Keep everybody away from your space
Ogni scrittore degno di questo nome ha il suo spazio preferito per scrivere. C'è che riesce a rilassarsi sul vagone rumoroso di un treno e chi non è in grado di scrivere neanche mezza riga se non si trova nella propria casa in riva al lago. Ovunque abbiate il vostro spazio, è importante che sia vostro, solamente vostro. A costo di fare la figura degli eremiti, quando siete nel vostro ideale ufficio di scrittura evitate il più possibile i contatti con le persone, anche con le più care. 









Nessun commento:

Posta un commento