mercoledì 5 marzo 2014

Libri in uscita in Italia: 5-12 marzo 2014



Walter Siti, Exit strategy
È in arrivo l'atteso nuovo romanzo di Walter Siti, che lo scorso anno con Resistere non serve a niente si è aggiudicato il Premio Strega. 
Da massimo rappresentante dell'autofiction nella letteratura italiana, Siti ci propone un romanzo che ha come protagonista Walter Siti: non lo scrittore in carne e ossa, ma il personaggio che ha saputo creare nei suoi romanzi precedente. Si tratta di un uomo che ha deciso di cambiare vita e che si chiede se non sia possibile una via d'uscita, per sé, da muffite abitudini e e da un'eterna giovinezza, e per l'Italia, dall'impasse in cui si trova, a livello politico e sociale.
Rizzoli, pp. 210, € 18. In uscita il 12 marzo.


John Banville, La bionda dagli occhi neri
Sotto lo pseudonimo ormai riconosciuto di Benjamin Black, lo scrittore irlandese John Banville torna in libreria con un'inedita indagine di uno degli investigatori più conosciuti e amati di tutti i tempi: Philip Marlowe. Il caso affidatogli è la sparizione di Nico Peterson, compagno della conturbante Clare Cavendish, la bionda dagli occhi neri che dà il titolo al romanzo. I due formano una coppia piuttosto strana, e addentrandosi nelle indagini Marlowe si ritrova coinvolto, oltre che dall'ambigua seduttività della ragazza, in sentimenti aggrovigliati che lo legano a più di un personaggio.
Guanda, pp. 204, € 17,50. In uscita il 6 marzo.

Way to epub

Tullio Pericoli, Pensieri della mano
Illustratore e pittore italiano di fama mondiale, Tullio Pericoli è anche un brillante e caustico oratore: in questa conversazione con Domenico Rosa riesce a raccontarci, in modo illuminante e spontaneo, qual è il suo mestiere: cosa dipinge e disegna, come lo fa e perché. Come, in questa insidiosa e splendida materia chiamata arte, mano e pensiero si uniscano, per rendere un tratto unico tra migliaia di altri.
Adelphi, pp. 144, € 13. In uscita il 12 marzo.


Chiara Valerio, Almanacco del giorno prima
Almanacco del giorno prima è la storia di Alessio Medrano, un ragazzo che ha fatto della matematica il suo modo di interpretare il mondo e le cose, che ne ha fatto un lavoro, una ragione di vita. Il tutto con precisione, con cautela, come la materia impone. Fino a quando, sulla sua via non incontra qualcuno che sconvolge ogni regola matematica: Elena Invitti è bellissima, e più vecchia di sua madre. Da quel momento, forse, il tempo non gli sembrerà più così netto e inequivocabile, e i sentimenti non più così misurabili.
Einaudi, pp. 350, € 20. In uscita l'11 marzo.

Nessun commento:

Posta un commento