venerdì 21 febbraio 2014

Libri usati online e non, i lettori ci scrivono



Non ce n'eravamo dimenticati! Anche se per un paio di settimane abbiamo saltato l'appuntamento sul blog, stiamo continuando alacremente a censire e recensire le librerie dell'usato italiane, grazie alle segnalazioni dei lettori provenienti da tutta la penisola. Grazie a chi ci sta scrivendo via Facebook, via Twitter e via mail (info@ilquadrotto.it), oltre che nei commenti al blog: il lavoro da fare è ancora tanto – ricordiamo che il nostro obiettivo è di creare un database il più possibile completo delle librerie dell'usato italiane, suddivise per regioni e con i pareri dei lettori, una sorta di Tripadvisor del libro raro e di seconda mano – e non possiamo farcela senza di voi.

Tra le segnalazioni che ci sono arrivate, ne pubblichiamo due provenienti rispettivamente da Torino e Roma, due delle città in cui sembra esserci la maggior concentrazione di librerie dell'usato – e di lettori che hanno voglia di parlarne.

Ci scrive Rosanna Balsamo di Pinerolo, Torino, per segnalarci una libreria dal nome importante: Bergoglio. Niente a che vedere con il Pontefice – e chissà se ha beneficiato, nell'ultimo anno, dei risultati di ricerca su Google – ma un'istituzione nel campo dei libri rari.

Bergoglio Libri è una libreria online specializzata in libri antichi e rari. Non ha un punto vendita fisico, e sicuramente è un peccato per chi, come me, adora essere circondata dalle pagine ingiallite e dall'odore inconfondibile dei libri "anziani". Però bisogna dire che, sfogliando il ricchissimo catalogo sul loro sito internet, la sensazione è simile. Sarà perché Bergoglio è attivo nel campo da più di 20 anni, cioè da quando ancora non c'era internet e loro spedivano cataloghi e libri per corrispondenza.
Fornitissimi, velocissimi, competentissimi, compro da loro da anni e non posso che raccomandarli, anche perché, oltre a comprare, ho anche venduto con loro.


consulenza gratuita per autori
Se invece la sensazione di essere circondati da libri è importante e ha la meglio anche sull'organizzazione e l'ordine, farà per voi la seconda libreria di oggi, segnalata da Sara Murgia via mail: si tratta della storica libreria Invito alla Lettura di Roma, a Corso Vittorio 283.

Non solo libreria ma oggettistica. Non so dire se il termine esatto sia usato, di seconda mano, vintage, quel che è certo è che quando si entra da Invito alla Lettura – ma in realtà basta passarci davanti – si ha l'impressione di essere finiti in un gorgo temporale. Oltre ai libri – a volte più che usati sembrano rimasti lì intatti da decenni, sugli stessi scaffali – ci sono anche riviste e giornali d'epoca, oltre a un settore, per fortuna piccolo, riservato a souvenir e chincaglierie (d'altronde siamo in pieno centro!). Per capirci qualcosa bisogna perderci ore, non è un posto da visita lampo, vi avverto.
Aggiungiamo che Invito alla Lettura d'estate si sposta anche sul Lungotevere all'altezza di Castel Sant'Angelo, e nel resto dell'anno organizza presentazioni ed eventi. Il disordine effettivamente regna sovrano, ma ora hanno aperto anche un sito internet, ancora in costruzione, ma la speranza è che presto mettano online il catalogo per l'e-commerce.

Al prossimo appuntamento, con un nuovo tema: qual è il libro raro o usato che non siete ancora riusciti a trovare, o che avete trovato dopo anni di ricerca?

Nessun commento:

Posta un commento