martedì 28 gennaio 2014

Consigli di… scrittori: i 50 consigli definitivi /1



Dopo essere andati a cercare la lista di regole e consigli da parte di autori delle più disparate epoche e tendenze letterarie, cominciamo oggi un'antologia in cinque puntate raccogliendo i 50 consigli "singoli" di altrettanti scrittori.

1. You can’t wait for inspiration. You have to go after it with a club ― Jack London. L'ispirazione è sempre croce e delizia per gli scrittori, e spesso diventa un alibi per non concludere niente. Ma l'ispirazione non arriva come manna dal cielo, bisogna inseguirla. Se serve, con una clava.

2. If you have any young friends who aspire to become writers, the second greatest favor you can do them is to present them with copies of The Elements of Style. The first greatest, of course, is to shoot them now, while they’re happy – Dorothy Parker. Questo, va da sé, è un consiglio agli amici degli aspiranti scrittori ma diretto a questi ultimi, e rientra nel novero di avvertimenti a intraprendere questa carriera solo se si è molto, ma molto sicuri. E, a proposito di molto…

3. Substitute 'damn' every time you're inclined to write 'very;' your editor will delete it and the writing will be just as it should be – Mark Twain. Qui rientriamo invece nelle parole da evitare, e il 'molto' è una di queste. Visto che un bravo editor la eliminerà, tanto vale sostituirla già nella prima stesura con una bella imprecazione. E a proposito di prime stesure…

4. The first draft of everything is shit – Ernest Hemingway. Serve aggiungere qualcosa?

5. Ideas are like rabbits. You get a couple and learn how to handle them, and pretty soon you have a dozen – John Steinbeck. E, tornando all'ispirazione, l'importante è capire come trovare le idee, una volta fatto questo, vedrete che si moltiplicheranno.

consulenza gratuita per autori


6. Notice how many of the Olympic athletes effusively thanked their mothers for their success? “She drove me to my practice at four in the morning,” etc. Writing is not figure skating or skiing. Your mother will not make you a writer. My advice to any young person who wants to write is: leave home – Paul Theroux. Qui si passa ai consigli su come affrontare la scrittura, anche nella vita di tutti i giorni. E quindi, anche se molte madri non saranno d'accordo (ma altre sì), e in Italia forse non sarà un consiglio molto popolare, eccolo qui: andatevene di casa.

7. A good novel tells us the truth about its hero; but a bad novel tells us the truth about its author. – G. K. Chesterton. Anche qui, poco da aggiungere, se non che dalla lettura di brutti romanzi si può imparare comunque molto. Quantomeno cosa non fare.

8. The only way you can write the truth is to assume that what you set down will never be read. Not by any other person, and not even by yourself at some later date. Otherwise you begin excusing yourself – Margaret Atwood. Si parla spesso del lettore modello a cui l'autore cerca di rivolgersi: ma per qualcuno è meglio dare per scontato che non ci sarà nessun lettore.

9. Words have no power to impress the mind without the exquisite horror of their reality – Edgar Allan Poe. 

10. If you don’t have time to read, you don’t have the time — or the tools — to write. Simple as that – Stephen King

Nessun commento:

Posta un commento