venerdì 14 novembre 2014

Guida alla lettura: Michael Connelly




Sull'onda di quanto fatto (in maniera postuma) per Tom Clancy, facciamo partire da oggi e per i prossimi venerdì una serie di guide alla lettura per gli autori di best-seller statunitensi, da allargare in seguito anche ad altri scrittori. È sempre più diffusa infatti la tendenza dei bestselleristi a dividere le proprie opere in numerosi cicli, che a volte si intersecano, e non sempre è facile per il lettore orientarsi – anche perché a volte la pubblicazione italiana non segue di pari passo quella statunitense. Clive Cussler, James Rollins, Jeffery Deaver, David Baldacci, Patricia Cornwell, James Patterson: ognuno di loro ha all'attivo almeno un paio di saghe in corso, e allora cerchiamo di venire incontro al lettore facendo ordine tra i vari titoli. Cominciamo con il maestro del detective thriller, Michael Connelly.

57 anni, nato a Philadelphia, Connelly si laurea in ingegneria in Florida, e subito dopo comincia una fortunata carriera giornalistica come cronista di nera per alcuni dei principali quotidiani della East Coast, arrivando in finale al Premio Pulitzer. Si trasferisce in California per diventare il cronista di nera del Los Angeles Times, e nel frattempo comincia a scrivere romanzi. Dopo due tentativi andati a vuoto, Connelly riesce a terminare The Black Echo (da noi, La memoria del topo), che viene accettato da Little, Brown e vince l'Edgar Award come migliore opera prima. Nel romanzo debutta il personaggio di Hyeronimus "Harry" Bosch, agente della polizia di LA che condivide il nome con il famoso pittore olandese. Da allora, al ritmo di un libro all'anno, Connelly ha portato avanti la saga di Bosch, insieme a quella di altri personaggi, tra cui Terry McCaleb, il detective malato di cuore portato sullo schermo da Clint Eastwood in Debito di sangue.
L'opera di Connelly eredita sia le caratteristiche del police procedural alla Ed McBain, sia le atmosfere crude e l'interesse per la psicologia dei personaggi della grande tradizione noir: non a caso, appena arrivato a Los Angeles, Connelly per prima cosa andò a vedere il palazzo in cui Raymond Chandler aveva fatto vivere Philip Marlowe.

consulenza gratuita per autori




Ed ecco una guida per orientarsi tra i romanzi di Connelly, suddivisi per cicli e per anno di pubblicazione originale e italiano.

Ciclo di Harry Bosch. È l'opera principale di Connelly, che fa evolvere il suo personaggio nel corso degli anni, dandogli una backstory sempre più complessa e facendogli spesso cambiare lavoro: prima detective della omicidi, poi investigatore privato dopo essere uscito dal corpo di polizia, poi di nuovo detective nella sezione "cold case". Da noi, Piemme ha pubblicato i volumi della saga in ordine diverso dall'originale, partendo da Il ragno nel 1999 e poi ripubblicando i precedenti (alcuni dei quali erano già usciti per Hobby&Work). Tra parentesi il titolo tradotto e la prima edizione italiana.

1. The Black Echo, 1992 (La memoria del topo, Hobby&Work 1998, Piemme 2002)
2) The Black Ice, 1993 (Ghiaccio nero, Hobby&Work 2000, Piemme 2002)
3) The Concrete Blonde, 1994 (La bionda di cemento, Piemme 2003)
4) The Last Coyote, 1995 (L'ombra del coyote, Piemme 2001)
5) Trunk Music, 1997 (Musica dura, Piemme 2000)
6) Angels Flight, 1999 (Il ragno, Piemme 1999)
7) A Darkness More Than Night, 2001 – cross-over con i cicli di Terry McCaleb e Jake McEvoy (Il buio oltre la notte, Piemme 2002)
8) City of Bones, 2002 (La città delle ossa, Piemme 2003)
9) Lost Light, 2003 (Lame di Luce, Piemme 2004)
10) The Narrows, 2004 – cross-over con il ciclo di Terry McCaleb (Il poeta è tornato, Piemme 2006)
11) The Closers, 2005 (La ragazza di polvere, Piemme 2007)
12) Echo Park, 2006 (Il cerchio del lupo, Piemme 2009)
13) The Overlook, 2007 (La città buia, Piemme 2009)
14) Nine Dragons, 2009 – cross-over con il ciclo di Mickey Haller (Il respiro del drago, Piemme 2012)
15) The Drop, 2011 (La caduta, Piemme 2014)
16) The Black Box, 2012 (inedito in Italia)

Ciclo di Terry McCaleb. Tutto comincia con Debito di sangue, che diventa ben presto un film hollywoodiano e che ha per protagonista Terry McCaleb, un agente FBI costretto al ritiro per un trapianto di cuore. Per quanto McCaleb appaia come protagonista solo in questo romanzo, torna anche in A Darkness More Than Night e The Narrows.

Ciclo di Jake McEvoy. Il poeta è considerato unanimemente il romanzo più riuscito di Connelly, grazie alla perfetta costruzione della suspense e alla "partecipazione" di Edgar Allan Poe. Insieme a McEvoy compare anche l'agente FBI Rachel Welling, che appare anche in The Narrows, Echo Park e The Overlook con Harry Bosch.
1) The Poet, 1996 (Il poeta, Piemme 1999)
2) The Scarecrow, 2009 (L'uomo di paglia, Piemme 2011)

Ciclo di Mickey Haller. Il nuovo personaggio su cui Connelly sta puntando forte negli ultimi anni è un avvocato, fratellastro di Harry Bosch. Con Haller Connelly debutta nel mondo del legal thriller, senza però rinunciare alle sue solite atmosfere.
1) The Lincoln Lawyer, 2005 (Avvocato di difesa, Piemme 2008)
2) The Brass Verdict, 2008 – cross-over con Harry Bosch e Jake McEvoy (La lista, Piemme 2010)
3) The Reversal, 2010 – cross-over con Harry Bosch e Rachel Welling (La svolta, Piemme 2012)
4) The Fifth Witness, 2011 – cross-over con Harry Bosch (inedito in Italia)
5) The Gods of Guilt, 2013 – cross-over con Harry Bosch (inedito in Italia).

Indipendenti da tutti questi cicli sono Void Moon, 2000 (Vuoto di luna, Piemme 2000) e Chasing the Dime, 2002 (Utente sconosciuto, Piemme 2005).


Nessun commento:

Posta un commento