venerdì 5 luglio 2013

Premio Strega 2013: vince "Resistere non serve a niente" di Walter Siti



È Walter Siti, il veterano della cinquina di finalisti, a vincere l'edizione 2013 del Premio Strega con il romanzo Resistere non serve a niente, pubblicato da Rizzoli.

Chi è Walter Siti

Critico letterario e saggista, prima ancora che scrittore, Walter Siti è nato nel 1947 a Modena e fino all'inizio degli anni '90 ha pubblicato solo opere di critica letteraria, curando anche il Meridiano dedicato a Pierpaolo Pasolini.
Il suo primo romanzo, Scuola di nudo, è del 1994, e negli anni successivi pubblica con Einaudi una sorta di trilogia postmoderna pseudo-autobiografica, culminata con il volume Troppi paradisi, che chiude anche la sua esperienza con la casa editrice di via Biancamano.

consulenza gratuita per autori


Dal 2008 passa a Mondadori con cui pubblica i due romanzi successivi, Il contagio e Autopsia dell'ossessione. Nel 2012 passa a Rizzoli, con cui pubblica la sua ultima opera Resistere non serve a niente.

Resistere non serve a niente


Nel nuovo romanzo, Siti si cimenta con una vicenda ambientata nella zona grigia tra criminalità e finanza. Un tema di stretta attualità che l'autore affronta attraverso gli occhi di Tommaso, giocoliere della finanza, che si muove in un mondo in cui tutto ruota attorno al possesso. Il tutto accompagnato da un ritratto impietoso della società in cui viviamo con riferimenti alla stretta attualità, tra olgettine, mafie internazionali e giri di soldi sporchi che contribuiscono a creare un mondo alternativo alla democrazia.

La classifica dello Strega 2013

Aventi diritto: 460 Votanti: 412

Walter Siti, Resistere non serve a niente, Rizzoli: 165 voti
Alessandro Perissinotto, Le colpe dei padri, Piemme: 78 voti
Paolo di Paolo, Mandami tanta vita, Feltrinelli: 77 voti
Romana Petri, Figli dello stesso padre, Longanesi: 66 voti
Simona Sparaco, Nessuno sa di noi, Giunti: 26 voti


Nessun commento:

Posta un commento