martedì 25 giugno 2013

Consigli di scrittura: il secondo romanzo



Oggi volevamo proporvi di proseguire la strada della scorsa settimana, e passare dai 5 tips sul primo romanzo a quelli sul secondo. Ma il web anglofono non ci è venuto incontro in questo, e allora faremo da noi, con consigli "redazionali". 

Scrivere il secondo romanzo può essere più complesso che avventurarsi nel primo, e non è solo una questione di pubblico, aspettative e lanci sul mercato – che pure incidono, considerato quanti autori vediamo bruciati dopo esordi di successo. Pensate che, all'uscita de "Il sentiero dei nidi di ragno", anche di Calvino fu detto che difficilmente sarebbe arrivato a un secondo libro.

Prima del primo libro, lo scrittore ha possibilità infinite di incipit, e non solo: lo stile, le tematiche, la voce possono esser scelti tra tutto lo scibile umano, e l'imbarazzo e la difficoltà stanno proprio nel decidere quale abito indossare nel proprio debutto in letteratura.
Fatto questo, accadono tante cose. Intanto, può subentrare la delusione, il constatare che il risultato non vale la fatica può far decidere di non andare oltre. Per chi però proprio non voglia desistere, ecco i nostri 3 consigli.

1. Conosci te stesso.
Cercate di capire qual è la strada che la vostra penna ha preso con il primo romanzo, e se vi piace oppure no. Sarete sempre liberi di cambiare tutto, ma prendere consapevolezza della vostra inclinazione è fondamentale per andare avanti.

consulenza gratuita per autori



2. Dosa le forze.
Dopo gli enormi sacrifici fatti per tirar fuori la prima fatica, cercate di darvi un metodo, di capire cosa volete investire e soprattutto perché. Se in passato la parola d'ordine è stata la spontaneità, ora trovate una disciplina con obiettivi precisi.

3. Esci di casa.
Si dice che nel primo romanzo l'autore butti tutto se stesso, senza filtro alcuno, compresi elementi di cui al lettore non interessa granché. Un buon metodo per scavare a fondo e scoprire le vostre potenzialità, metodo che potrete in parte riapplicare in ogni prima stesura dei successivi romanzi. Ora però state attenti a non cadere nell'autoreferenzialità. Guardatevi intorno e trovate all'esterno le vostre storie.

Per oggi è tutto, ma chissà che non si possa riprendere il discorso la prossima settimana. Intanto, se qualcuno vuole mandarci uno "Scrivilo per noi" sul suo secondo romanzo, lo aspettiamo! E buona scrittura a tutti.


Nessun commento:

Posta un commento