giovedì 4 aprile 2013

Classifiche: il caso dei Newton Compton Live



Ci sono dei libri che pur essendo vendutissimi in queste settimane, difficilmente trovano spazio nelle varie classifiche ufficiali. Si tratta dei volumetti della nuova collana Live con cui Newton Compton ha voluto far rivivere la formula che tanto successo ebbe negli anni '90 con i "100 pagine 1000 lire".
Si tratta di riedizioni tascabili di classici, ma anche qualche inedito, che spaziano dalla narrativa alla saggistica, e che costano 99 centesimi.

Il prezzo concorrenziale è il discrimine, in positivo e in negativo, della collana. In positivo per i risultati di vendita, in negativo perché molte classifiche librarie non tengono conto dei volumi "troppo" economici (e tralasciamo poi le polemiche tutte interne alle case editrice riguardo la strategia di ribasso dei prezzi di copertina). C'è chi, come Nielsen Bookscan e Arianna, non prende in considerazione i libri che costano meno di 3 euro, e chi come Repubblica ammette di escludere i Live dalla classifica generale perché altrimenti la graduatoria sarebbe occupata da un solo editore. Ed è un fiorire di note in calce per spiegare i criteri di inclusione ed esclusione.

Ma allora quanto vendono i Live? Per saperlo, ci affidiamo alla classifica del Corriere della sera, una delle poche che include tutti i titoli.

consulenza gratuita per autori



Nella top 10 del Corriere, solo il primo e il decimo posto non sono appannaggio di Newton: in testa c'è Andrea Camilleri con La rivoluzione della luna e in coda Educazione siberiana di Lilin, per il resto è tutto Live
2) Seneca, L'arte di essere felici e vivere a lungo
3) Jane Austen, Lady Susan
4) Fedor Dostoevskij, Le notti bianche
5) Sigmund Freud, Il sogno e la sua interpretazione
6) Marcello Simoni, I sotterranei della cattedrale
7) Edgar Allan Poe, Racconti del terrore
8) Sun Tzu, L'arte della guerra
9) Irene Nemirovsky, Il ballo

Andando poi nelle classifiche per genere, troviamo anche Andrea Frediani con Il tiranno di Roma, sesto nella narrativa italiana, mentre Amleto di Shakespeare e Il risveglio di Lisa J. Smith sono rispettivamente sesto e diciassettesimo nella narrativa straniera.


Nessun commento:

Posta un commento